Stop alle gelate: un nuovo bando dell’Emilia-Romagna per proteggere le culture

DCIM100MEDIADJI_0050.JPG

La Regione Emilia-Romagna, sempre attenta alle esigenze degli agricoltori e alla tutela delle loro produzioni, ha lanciato un nuovo bando per proteggere le colture dalle gelate. Il bando, approvato con la Delibera di Giunta regionale n. 1048 del 4 giugno 2024, mette a disposizione degli agricoltori un fondo di 6 milioni di euro. L’obiettivo è finanziare interventi mirati a prevenire i danni causati dalle gelate primaverili alle colture frutticole, un fenomeno che negli ultimi anni ha causato ingenti perdite economiche agli agricoltori della regione. Le gelate possono danneggiare gravemente i frutti in via di sviluppo, riducendo significativamente la resa e la qualità del raccolto.

Il bando prevede un contributo regionale che copre il 70% del costo ammissibile dell’investimento. Gli agricoltori potranno utilizzare questi fondi per acquistare e installare attrezzature come ventilatori e bruciatori con funzione antibrina. Inoltre, è prevista la copertura delle spese tecniche generali, pari al 3% dell’importo ammissibile.

La vera novità del nuovo bando risiede nella possibilità di cumulare altre forme di sostegno. Infatti, i fondi stanziati possono ricevere supporto attraverso regimi di aiuto nazionali (statali o regionali) o altre sovvenzioni pubbliche, inclusi i crediti d’imposta, fino a un massimo del 30%.

Gener, sempre attenta all’innovazione tecnologica, offre da anni modelli completamente gestibili e consultabili da remoto, certificati “Industria 4.0”.

Gli agricoltori interessati devono presentare la domanda entro le ore 13:00 del 6 settembre 2024. È fondamentale rispettare questa scadenza per poter beneficiare del sostegno finanziario offerto dalla Regione.

Per essere ammissibili, gli agricoltori devono:

  • Essere titolari di un’azienda agricola ubicata nella Regione Emilia-Romagna.
  • Dimostrare di coltivare piante frutticole che sono particolarmente suscettibili ai danni da gelate primaverili.
  • Presentare un progetto dettagliato che descriva l’implementazione delle misure antibrina.

Questo intervento intende garantire la continuità e la qualità delle produzioni frutticole locali. Le gelate primaverili rappresentano una delle principali minacce per gli agricoltori, causando danni significativi alle colture e riducendo la resa e la qualità dei raccolti. Grazie a questo bando, la Regione Emilia-Romagna vuole fornire agli agricoltori gli strumenti necessari per proteggere le loro colture e garantire così una maggiore sicurezza e stabilità economica.

I benefici attesi dal bando sono molteplici. Oltre alla protezione diretta delle colture e alla riduzione delle perdite economiche, l’implementazione di queste misure antibrina contribuirà a:

  • Migliorare la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti frutticoli regionali.
  • Ridurre l’impatto ambientale grazie all’utilizzo di tecnologie efficienti.
  • Promuovere l’innovazione e l’adozione di pratiche agricole avanzate.

Le domande devono essere presentate online attraverso il portale della Regione Emilia-Romagna. Gli agricoltori devono compilare un modulo specifico e allegare tutta la documentazione richiesta, che include:

  • Prova della proprietà o del diritto d’uso dei terreni coltivati.
  • Preventivi dettagliati per l’acquisto e l’installazione dei ventilatori e bruciatori.
  • Un piano di gestione del rischio che descriva come verranno utilizzati i dispositivi antibrina.

Il bando è consultabile sul sito ufficiale della Regione Emilia–Romagna: https://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/sviluppo-rurale-23-27/notizie/2024/bando-investimenti-prevenzione-danni-da-gelate-primaverili

Non lasciare che il gelo rovini i tuoi frutti: aderisci al bando e scegli la protezione dei ventilatori antigelo Gener!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *